“Non esiste un lavoro vergognoso”, dal venditore di palloncini al contabile: una storia commovente

Tutto è possibile quando si sogna alla grande.

Eduardo Chamé ha annunciato con orgoglio la sua laurea in contabilità, ottenuta grazie ai suoi guadagni dalla vendita di palloncini.

Eduardo Chamé è un giovane messicano che ha recentemente realizzato il suo sogno di laurearsi.

Nonostante abbia subito il ridicolo per il suo lavoro di venditore di palloncini, è riuscito a finanziare i suoi studi e a laurearsi in contabilità grazie al suo duro lavoro e alla sua determinazione.

Sulla sua pagina Facebook, ha ringraziato i genitori che hanno comprato i palloncini per i loro figli:

“Grazie a loro, sono stato in grado di pagare i miei biglietti, le tasse di iscrizione, i libri e il cibo”, e ha aggiunto:

“Senza saperlo, mi stavano aiutando a completare i miei studi”. Ha continuato il suo post rivolgendosi a coloro che lo hanno deriso:

“Voglio esprimere a tutti coloro che si sono presi gioco di me, che non c’è lavoro vergognoso, che quando si vuole andare avanti, bisogna lavorare a qualsiasi cosa”.

Ha concluso: “I venditori ambulanti sono persone che hanno anche dei sogni, che stanno forgiando il nostro futuro, per questo motivo,

il lavoro deve essere rispettato e valorizzato, non importa quanto umile possa essere, perché in seguito, quel venditore che oggi rifiuti, potrebbe essere il professionista di cui hai bisogno domani”.

Vota l'articolo
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

“Non esiste un lavoro vergognoso”, dal venditore di palloncini al contabile: una storia commovente
Questa ragazza nata senza mani disegna molto bene e fa manicure alle sue amiche: ha un grande potere