“La nostra squadra di quadrupletti”: una mamma ha mostrato come si fa fronte a una tale responsabilità

Quando Kendall McDonald ha ricevuto la notizia da un’ecografia che aspettava quadrupletti, la sua famiglia ha provato una miscela di preoccupazione e gioia.

Dopo tre anni di infertilità a causa della sindrome dell’ovaio policistico, non e’ stato visto come un peso, ma come un’incredibile opportunità.

La famiglia, che aveva già una figlia di quattro anni di nome Brooklyn, inizialmente desiderava solo un altro figlio. Ma come si dice, “Il Signore dà prove secondo le forze”.

Kendall si riferisce amorevolmente ai suoi figli come il “Quad Squad”,

riconoscendo la rarità della situazione con solo una possibilità su 729.000 di concepimento naturale con problemi di salute.

Kendall non ha spazio per malattie o pigrizia. Ha circa due periodi di due ore al giorno in cui tutti e quattro i bambini dormono, durante i quali può concentrarsi su se stessa.

Il resto del suo tempo è dedicato a una pianificazione meticolosa.

Sebbene compiere varie attività non sia eccessivamente difficile, mantenere l’orario giusto è fondamentale poiché ogni azione deve essere ripetuta quattro volte.

Il marito di Kendall ha ottenuto un congedo di cinque mesi dal lavoro e il governo ha fornito una tata notturna per i primi sei mesi per alleviare il peso durante il periodo più impegnativo.

Attualmente, Kendall si occupa delle principali responsabilità, incluso cucinare per tutti, mantenere pulita la casa e prepararsi per il giorno successivo per ridurre al minimo eventuali problemi.

Mantenere ordine e struttura è fondamentale, senza lasciare spazio alla pigrizia. Da un lato, Kendall si basa sull’esperienza di aver cresciuto Brooklyn negli ultimi tre anni.

Dall’altro lato, la piccola Molly ha già iniziato a gattonare, Hudson mostra qualità di leadership e gli altri fanno del loro meglio per stare al passo. Kendall deve stare sempre all’erta.

Nonostante le sfide, gestisce tutto senza lamentarsi. Infatti, anche se le fosse data la possibilità di cambiare tutto, Kendall MacDonald non lo farebbe.

Che siano in tanti o in pochi, questi bambini sono suoi e lei abbraccia la gioia e la responsabilità che portano con sé.

Vota l'articolo
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

“La nostra squadra di quadrupletti”: una mamma ha mostrato come si fa fronte a una tale responsabilità
Lo Shiba Inu caotico sconcerta tutti con i suoi enigmatici comportamenti in aereo