Una mamma paga un amico di suo figlio con la sindrome di Down per fargli compagnia

“Christian è un insetto sociale e quando siamo in pubblico inviterà chiunque a unirsi a noi”, dice sua madre, Donna Herter.

Dopo la laurea, il suo bisogno di persone è cresciuto ancora di più, ma nessuno degli amici di Christian veniva a trovarlo e chiedeva spesso: “Quando vengono i miei amici?”

Donna voleva incoraggiare suo figlio a perseguire i suoi interessi e hobby, in quanto questi possono essere ottime strade per costruire amicizie e trovare persone che la pensano allo stesso modo.

Dopo un turno di infermiera a tarda notte, in cui Donna e suo marito si sono seduti al tavolo cercando di trovare una soluzione per il loro figlio,

ha avuto l’idea di pubblicare un messaggio su Facebook, offrendo di pagare a qualcuno per trascorrere del tempo con Christian.

Il post diceva: “Sto cercando un giovane, di età compresa tra i 20 e i 28 anni, che vorrebbe guadagnare qualche soldo in più”, ha scritto.

“2 giorni al mese per 2 ore, ti pagherò per essere amico di mio figlio.

Tutto quello che devi fare è sederti con lui e giocare ai videogiochi nella sua stanza. Nient’altro. Ha 24 anni, ha la sindrome di Down e non ha amici della sua età”.

Donna è rimasta scioccata nel vedere quanti genitori si scrivevano e parlavano con i volontari per creare le proprie amicizie.

Il fatto che finalmente Christian non fosse più solo significava per Donna più di qualsiasi somma di denaro.

In effetti, è stata anche accusata di “vendere” suo figlio, ma ha risposto con fermezza: “a meno che tu non abbia un figlio con bisogni speciali, non capirai il dolore che provano ogni singolo giorno”.

Vota l'articolo
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Una mamma paga un amico di suo figlio con la sindrome di Down per fargli compagnia
Ha vinto un premio per l’eroe della CNN per aver trasformato vite nelle strade cittadine dove una volta vendeva droga