Il veterano e il suo fedele cane muoiono a poche ore l’uno dall’altro: una storia commovente

Il vigile del fuoco del Wisconsin, Daniel Hove, ha iniziato la sua carriera nell’Air Force e dopo ha continuato a sacrificare la sua vita per gli altri al servizio della sua comunità di Burnsville.

“Era qualcuno su cui il suo dipartimento faceva davvero affidamento per innovare, istruire, addestrare e tenere il passo con la nuova tecnica antincendio”, ha detto sua figlia, Heather Nicoletti.

Ma l’eroico vigile del fuoco e veterano è stato fermato dopo che gli è stato diagnosticato un cancro al pancreas nel 2011 e ed è costretto al ritiro nel 2012.

Heather ha detto che suo padre ha subito cicli di chemioterapia.

Per 8 anni l’assistente capo dei vigili del fuoco in pensione Hove è stato circondato dai propri cari, mentre affrontava la più grande battaglia della sua vita.

Ma c’era un membro della famiglia che non ha mai lasciato la sua parte: il suo Labrador Gunner di 11 anni.

Anche il cane devoto che voleva essere ovunque fosse Daniel, ha iniziato ad ammalarsi poco dopo la diagnosi del suo proprietario.

“Quando mio padre si agitava, il cane si agitava, mio padre era irrequieto, il cane era irrequieto”, ha detto Heather. “Mio padre non rispondeva, il cane non rispondeva.

Quindi, una volta che abbiamo visto come stava il cane, non si muoveva tanto, non stava bene. Sapevamo che stesse scomparendo”.

Heather ha detto che un giorno ha guardato Gunner e sapeva che era vicino alla fine e l’ha portato di corsa alla clinica veterinaria, dove lavorava.

Il loro staff ha fatto addormentare Gunner e circa un’ora e mezza dopo è morto anche suo padre.

“Sapevamo che sarebbero andati insieme. Semplicemente non sapevamo che sarebbero passate ore di distanza”.

Vota l'articolo
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Il veterano e il suo fedele cane muoiono a poche ore l’uno dall’altro: una storia commovente
La triste storia di una madre che ha scelto di diventare la “donna più brutta” per salvare i suoi figli