Una madre perde le sue membra dopo il parto, ma trova conforto nell’amore della sua bambina

Krystina Pacheco, una coraggiosa madre del Texas, ha subito un taglio cesareo per dare il benvenuto alla figlia Amelia nel mondo.

Dopo un parto apparentemente senza problemi, Pacheco ha affrontato un’esperienza potenzialmente letale solo due giorni dopo essere stata dimessa dall’ospedale.

Aveva febbre, vomito e mancanza di respiro ed è stata diagnosticata con uno shock settico, una condizione potenzialmente letale in cui il corpo reagisce aggressivamente a un’infezione.

La salute di Pacheco è continuata a peggiorare e la sua famiglia era comprensibilmente sconvolta. I medici le hanno dato solo il 20% di possibilità di sopravvivenza.

Durante il suo ricovero in ospedale, Jacob, suo marito, ha avuto l’aggiunta della responsabilità di prendersi cura della loro neonata figlia e del loro piccolo figlio.

Si è affidato al sostegno della sua famiglia e dei suoi amici per sopravvivere in questo difficile momento e la loro

presenza costante gli ha dato la speranza di perseverare attraverso l’incertezza della condizione di Krystina.

Pacheco ha trascorso le prime 2 settimane in terapia intensiva, ricevendo il giusto trattamento e la sua condizione è migliorata a metà novembre.

I medici hanno rimosso il suo tubo respiratorio, permettendole di parlare di nuovo.

Tuttavia, Pacheco si è svegliata dal coma indotto dalla medicina solo per ricevere la devastante notizia che le sue mani

e i suoi piedi avrebbero dovuto essere amputati a causa dei danni causati dal suo trattamento in terapia intensiva.

Nonostante le difficoltà, Pacheco ha perseverato con una forza inabalabile.

Attualmente si allena a casa per ricostruire la sua forza fisica e presto inizierà la riabilitazione ambulatoriale per aumentare la sua indipendenza nelle attività quotidiane.

Anche se stabilirsi di nuovo nella vita domestica ha portato nuove sfide per Pacheco, rimane grata per la capacità di prendersi cura non solo dei suoi figli, ma anche di se stessa.

Vota l'articolo
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Una madre perde le sue membra dopo il parto, ma trova conforto nell’amore della sua bambina
75 anni fa un sopravvissuto all’Olocausto ha scritto una lettera: oggi la sua famiglia finalmente l’ha ricevuta