L’amore incondizionato del cane: anche dopo aver salvato la sua padrona, il cane non ha lasciato il suo letto d’ospedale

I cani sono considerati le creature più fedeli sulla Terra.

Un’altra prova di ciò è la storia di un cane così devoto che si è rifiutato di lasciare la stanza d’ospedale della sua padrona.

Darcy, avendo acquisito un animale domestico, ha acquisito un vero amico! A Darcy Ruby è piaciuto a prima vista.

È diventato per lei non solo un amico, ma un guaritore della sua anima.

Il cane è stato addestrato nelle abilità di un cane di servizio e quando ha notato alcuni cambiamenti nel battito cardiaco di Shauna, ha iniziato a dare alcuni segni per attirare l’attenzione.

Ha mostrato qualcosa con la sua zampa e voleva arrampicarsi su Shauna. Ruby è l’angelo custode di Shauna dal giorno in cui è arrivato.

La donna soffre di una rara malattia cardiaca Ehlers-Danlos. Il polso e la pressione sanguigna vengono monitorati ogni minuto.

La donna ha spesso attacchi di panico e Ruby la aiuta in questi momenti a rinsavire e a raggiungere la casa.

Il cane lecca il viso della sua padrona finché non riprende i sensi, quindi l’aiuta a portare le cose a casa.

Il cane ha recentemente salvato la vita alla sua padrona. Ruby ha improvvisamente iniziato ad avvertire Sauna che c’era una specie di pericolo.

La donna si sentiva bene, ma seguendo l’intuizione di Ruby, ha chiamato un’ambulanza.

Presto il suo battito cardiaco si è avvicinato alla fibrillazione atriale e ha provato un dolore lancinante. Fortunatamente, poco dopo è arrivata l’ambulanza.

E anche adesso, quando il battito cardiaco di Sauna è controllato dai medici, Ruby non lascia la stanza d’ospedale.

“Lui è il mio angelo custode, che mi ha dato la possibilità di respirare di nuovo”, ha detto la donna.

Vota l'articolo
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

L’amore incondizionato del cane: anche dopo aver salvato la sua padrona, il cane non ha lasciato il suo letto d’ospedale
I giovani ingegneri progettano un adattatore per sedia a rotelle unico: ora il papà può fare passeggiate con suo figlio