Il donatore più famoso del mondo ha donato il sangue per l’ultima volta nella sua vita

Oggi James Harrison ha 81 anni e i medici hanno semplicemente insistito perché non donasse più il sangue.

L’età si fa sentire, ed è un peccato pretendere qualcos’altro da una persona che ha passato 1.173 porzioni di plasma nella sua vita: è unico nel contenuto.

Non è solo un donatore onorario, secondo l’eroe stesso, donare il sangue è il suo talento,

per il quale ha ricevuto il soprannome non ufficiale di “Mano d’oro”, perché la maggior parte del sangue veniva estratta da lì.

Ma molto di più quest’uomo è conosciuto come colui che ha salvato 2,4 milioni giovani vite: bambini australiani.

Questo paese ha sofferto a lungo della cosiddetta “malattia del rhesus”,

quando nel corpo di una donna incinta, il fattore Rh del sangue potrebbe differire dagli indicatori del feto.

E poi il corpo della madre attacca involontariamente il suo bambino in crescita, il che porta a mostruosi tassi di mortalità e disabilità nei neonati.

Nel corso della ricerca, si è scoperto che nel sangue di Harrison c’era un anticorpo unico che interrompeva il meccanismo di attacco e permetteva di ridurre al minimo i rischi di sviluppare la malattia.

Sulla sua base, dopo molti anni di lavoro, è creato un farmaco anti-D iniettabile,

ma anche dopo la sua apparizione, il sangue di Harrison è rimasto molto popolare tra le donne in travaglio.

Pertanto, ufficiosamente, è il padre di sangue di un numero enorme di bambini australiani, per i quali la nazione gli è grata.

Vota l'articolo
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Il donatore più famoso del mondo ha donato il sangue per l’ultima volta nella sua vita
Michael Douglas non riesce a nascondere le sue emozioni, mentre riceve il sostegno dalla moglie e dalla figlia a Cannes